Les Tropeziennes: feeling like a princess!

Condividilo!
Facebook Twitter Email Pinterest

IMG_7455_2b

Ci eravamo lasciati così. In sospeso. 

Ci eravamo lasciati con quest’immagine e con la promessa che, presto, vi avrei svelato il contenuto di questa meravigliosa scatola. 

Complice la bella giornata e il buonumore finalmente ritrovato grazie al cambio dell’orario (incredibile quanto incida su di me l’avere qualche ora di luce in più!) mi sono finalmente decisa a scattare e pubblicare alcune foto dei meravigliosi sandali gioiello presi con Chris ormai un mese fa.  

IMG_7446_2

Non ve le ho mostrare prima per un motivo. Un motivo ben preciso. 

Ho un conflitto, se non addirittura un odio viscerale, con i miei piedi. Non ho mai ritenuto di averli belli, pertanto acquistare un sandalo che li lascia pressoché nudi mi imbarazzava tantissimo. Se li ho comprato è solo perché quel sant’uomo di Serafino me li ha letteralmente regalati e Chris ha insistito tanto tanto. Complice anche il tacco gioiello che WOW ed il colore che AWWW ho ceduto. Già. Ho la fermezza di un bambino davanti a un sacchetto di caramelle, quando si tratta di scarpe. -.-

IMG_7452_2

Legrottese riserva sempre tante sorpese. Infatti questi sandali in cuoio e seta rosa antico non erano esposti sugli scaffali. Ho riconosciuto la scatola tra mille! Inizialmente pensavo che all’interno li avrei trovati neri, proprio come quelli presi da Cristina, invece con grande entusiasmo mi sono capitati di questo rosa meraviglioso! Molto nelle mie corde! IMG_7451_2

Il modello si chiama BLAX SILK GP e originariamente costava la bellezza di 390€. Insomma, è proprio il caso di dire: “Un gioiello di sandalo!” 

Oggi, quindi, complice il cambio di smalto fatto venerdì, ho voluto provare a fotografarli calzati. Non me ne vogliate, per favore, sono perfettamente consapevole di non avere dei piedini da fata, e me ne rammarico ogni giorno. Ahimè, mi son capitati questi e mi tocca pure tenermeli! Non spaventatevi. 

Dico sul serio.LesTropeziennes1

LesTropeziennes2

LesTropeziennes4

LesTropeziennes3 LesTropeziennes5LesTropeziennes6

Non trovate che, piedacci a parte, siano incantevoli questi sandali? Sono i miei primissimi sandali gioiello e non vedo l’ora di indossarli per qualche occasione speciale!

Condividilo!
Facebook Twitter Email Pinterest

31 pensieri su “Les Tropeziennes: feeling like a princess!

  1. Vero. Sono davvero molto belli ed eleganti, certo non si possono di certo indossare tutti i giorni XD! Però posso dire che a me ha colpito tantissimo la scatola, pensavo ci fosse dentro profumo, bagnoschiuma etc…

    1. E’ incantevole, l’ho anche restaurata (era un pochino strappata!). Penso che qualora trovassi una scatola vuota ci travaserei i sandali e la loro scatola la userei per contenere qualcosa, tipo bigiotteria e oggettistica varia! E’ troppo romantica per essere relegata in un armadio dove non la vede nessuno! 😀

  2. Carinissimi questi sandali, mi piacciono sia i listini sia i diamantini sul tacco… E poi da 390 euro trovarli a meno di 100 euro è davvero un colpaccio!

  3. sono un sogno :O
    per i piedi non ti dirò nulla, dato che io la vivo male come te con i miei 🙁 Diciamo solo che ti capisco e che non dovremmo precluderci l’opportunità dei sandali per colpa loro!!

      1. io ho i piedi del mio babbo, per farli sembrare più femminili sono costretta a mettermi lo smalto su metà unghia del pollice. Fai te.

  4. Sono stupendi. Da lasciare senza fiato. Con questi non hai che da sperare che l’estate arrivi il più presto possibile. Sai che a me piace sì sottolineare i pregi, ma anche cercare i difetti ed essere inflessibile. Bene, io in questo modello non ne trovo. Tutto elegantissimo: la fascia anteriore, la fascia sul collo del piede, il laccetto sul tallone, la forma e il motivo del tacco, la tonalità. E poi c’è un valore aggiunto: l’assenza di plateau. Senti, hai fatto un affare straordinario, ti invidio.
    Sui piedi dici davvero o stai scherzando? Non so se ti riferisci al numero, e comunque non so che numero porti, perché per il resto hai dei piedi che sono adattissimi a questo tipo di sandali. Non farti paranoie. Se non hai fatto ritocchi con Photoshop (scherzo, eh), qui si vedono dei piedi perfetti, non so cosa vorresti di più. E con quei sandali stanno benissimo.

    1. Come numero porto un 37/37,5 a seconda del modello di scarpa, e no, non uso di certo photoshop per modificarmi i piedi! XD
      Quel che non mi piace sono le dita tutte pare, ad eccezione del mignolo estremamente corto che danno l’impressione di “piede palmato” o come li definisco io “le pinne”. Inoltre, le dita grassottelle e il collo del piede troppo alto, aggiunte ad una pianta piuttosto larga contribuiscono a renderli sgraziati. 🙁 Questi sono i motivi che mi spingono a definirli brutti.
      Sono comunque contentissima che ti piacciano questi sandali, inizio a convincermi anch’io grazie ai vostri commenti positivi!
      A questo punto non vedo l’ora di mostrarvi le prossime!…o le prossime due! Ehehe!

  5. Dai, facci vedere prestissimo i prossimi. Questi, te lo ribadisco con tutta sincerità: 1) sono stupendi; 2) ti stanno benissimo.
    Quella del Photoshop era ovviamente una battuta scherzosa. Il collo del piede alto è tutt’altro che un difetto. Dita grassottelle? Le ho anch’io così e non mi dispiacciono perché almeno tra una e l’altra non c’è quel brutto spazio che hanno tante, che fa effetto zampine di ragnetto. Le dita pare? Boh, a me erano passate inosservate. Però hai un alluce perfetto, dritto come un fuso.

  6. Il colore è stupendo, ma come ho detto anche a Cri i sandali di questa forma non mi fanno impazzire! Ma hai fatto un super affare, non c’è altro da aggiungere!

  7. Non so quale sia il Tuo vero nome, ma ho avuto un tuffo al cuore quando ho visto tutto questo su questi sandaletti. …..sono la persona che li ha disegnati, che ha fondato “Les Tropeziennes” che, combattendo per anni in ogni modo, la ha vista anche chiudere. il Loro nome in realtà è “Wisy”. Sai “Blax Silk” è il nome del raso in seta plissettato dei due cinturini. Ho mantenuto quello stesso nome del tessuto perché mi piaceva (lo produsse Limonta SpA). Anche quella scatola, la pensai come una cosa a sé dedicata appunto alla “Couture” di Les Tropeziennes. Era, giocoforza, intermante costruita a mano, ma come “senti” ha la consistenza di un cofanetto che pensavo indispensabile ad una creazione di quel genere. Oggi, che tutto ciò non c’è più, qualche volta vado in giro sulla “rete” a “rimembrare” e oggi trovare ancora tanto entusiasmo mi da un sesno di ben fatto, rispetto alle traversie vissute. Per i Tuoi piedi?….ma Dai! Portate con lo spirito che evidenzi non c’è piede che tenga! Buone cose per ogni Tua cosa. M.P.

    1. Non so esprimerle quale onore sia stato, per me, leggere le sue parole! Benvenuto su questa piccola pagina web dove condivido il mio mondo, col resto del mondo!

      Le creazioni Les Tropeziennes sono qualcosa di meraviglioso, prima di aver acquistato questi sandali non conoscevo questa casa calzaturiera, ma cercando sul web mi sono accorta che ogni singola scarpa è qualcosa di unico, piccole opere d’arte al servizio di noi donne!

      Quindi non posso non ringraziarla di aver lasciato traccia delle sue emozioni in seguito alle poche parole che ho dedicato a queste scarpe, così importanti per lei.
      Spero di leggerla ancora!
      A presto!

  8. Pingback: Shoes on the Road

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *