Nello scintillio delle feste imminenti.

Condividilo!
Facebook Twitter Email Pinterest

Avere il mio Longobardo qui, a Roma, nella mia amata città, è decisamente raro. Non tanto perché non voglia venire qui –ama i posti che mi hanno vista crescere– quanto perché, lavorando, non può assentarsi più di tanto dal freddo e umido Nord. Capirete quindi, averlo qui, quanto possa significare per me. Ed in periodo pre-natalizio, per giunta.

Roma, quando si agghinda per le feste, con le sue mille luci, le giornate di sole con quel freddo pungente che arrossa i nasi e inumidisce gli occhi, quando si tinge di colori caldi, avvolgenti, legnosi, e si profuma delle caldarroste vendute agli angoli della strada, è ancora più bella. Io, almeno, resto sempre affascinata dal suo abito invernale, quello più elegante, quello delle feste, quello più scintillante. Quello speciale che illumina di magia ogni angolo di città. big_NataleaPiazzaNavonaBancarelle

Chi mi segue sui vari social lo sa, ho già terminato i regali di Natale più importanti da settimane, ne mancano solo alcuni, che l’occasione richiede di sceglierli insieme, io e Lui.

La nostra storia a distanza da questo punto di vista rende le festività natalizie un po’ bizzarre. Dal momento che sradicare di volta in volta una famiglia, per riunirle entrambe, è quantomai impossibile, da quattro anni a questa parte, un anno salgo io da Lui, quello dopo Lui da me. In questo modo possiamo vivere il Natale con occhi sempre diversi.

Da Lui le feste sono sentite in modo molto più religioso, si tiene maggiormente conto del Presepio e meno dell’albero (che fino a due anni fa, quando glielo regalai io, neanche aveva). La famiglia si riunisce in casa, si fa il giro dei paranti per gli auguri, si va a messa a mezzanotte e si accompagna il bambinello al grande Presepe sul fiume, giù dal ponte.

natale_shoesontheroad_volongo

Da me si sta più raccolti. Si fanno il grande e il piccolo albero con le palline colorate di quando ero piccola, quelle col pentagramma e le note musicali, e le lucine intermittenti. Si litiga su chi sarà a innalzare il puntale e si apre il grande tavolo della sala da pranzo, sul quale stenderemo la tovaglia e il servizio buono, con i bicchieri sfaccettati che moltiplicheranno i riflessi delle luci dell’albero. Ci si accomoda tutti sul divano angolare con i plaid a scaldarci e si guardano un film dopo l’altro, accompagnati da tè caldo e dolcetti vari. Quest’anno sarò io a salire, pertanto

Domenica scorsa avrei voluto ultimare i pensierini di Natale per la Sua famiglia, ed ho pensato che il posto ideale sarebbe stato Castel Romano Designer Outlet, perché, a differenza degli altri centri commerciali, il suo essere organizzato come una cittadella, oltretutto già completamente decorata per le feste, ci avrebbe calati ancora di più nel mood natalizio che già lo scorso week-end mi pervadeva. In più è a soli 5 minuti da casa mia, il che non guasta!

Ho indossato le mie scarpine nuove, in camoscio bordeaux e taupe, quelle che vi ho mostrato su Instagram subito dopo averle fatte mie! E il mio vestitino abbinato, preso l’anno scorso durante una vendita online American Apparel.

Outfit_shoesontheroad_burgundy

Ci siamo muniti di sciarpa e cappello e siamo partiti alla volta di quel mondo magico che è Castel Romano. Un freddo GLACIALE. Di quei freddi che ti penetrano fin nei cappotti, e, per quanto ci si possa coprire, non lo si è mai abbastanza, tanto che i negozi per noi interessanti li abbiamo esplorati TUTTI per godere del calduccio dei loro riscaldamenti. Diesel, David Mayer, Antony Morato, Simona Barbieri, Silvian Heach, Calzedonia, Yamamay, Intimissimi, Carlo Pazolini. Uno dopo l’altro ci siamo fatti conquistare dalle loro cose bellissime!

Il tutto decorato in chiave fiabesca. Il tema? Lo schiaccianoci. Libri anticati giganteschi a fare da scenografia nelle vetrine, per le strade, sugli scaffali, ovunque si respirava un’atmosfera da fiaba, tant’è che mancavano solo le note di Tchaikovsky a completare l’opera.

castelromano_shoesontheroad

Alla fine un nulla di fatto. Sono tornata a casa con una sola bustina. Un bellissimo abito/dolcevita nero, attillatissimo, addolcito da una cintina deliziosa  con fiocchetto borchiato che Lui ha voluto a tutti i costi regalarmi. *_*

Così, a pochi passi dal parcheggio nel quale avevamo lasciato la macchina, ci fermiamo davanti questa meraviglia di luci:

luci_natale_shoesontheroad

E penso che in fondo sono giornate come questa, semplici, spensierate, felici, passate mano nella mano, inframmezzate dal calore di un abbraccio, che mi ricordano che in fondo il regalo più bello l’ho ricevuto 5 Natali fa. E non c’è nulla che desidererei di più che trascorrere ancora, ancora e ancora giornate come quelle trascorse qui, con Lui, lo scorso fine-settimana. [subscribe2]

Condividilo!
Facebook Twitter Email Pinterest

20 pensieri su “Nello scintillio delle feste imminenti.

  1. Sono stata a Roma proprio nel periodo Natale-Capodanno ed è assolutamente magica…più del solito, oserei dire. Le bancarelle di Piazza Navona sono la fine del mondo!

    1. Già! In particolar modo il giorno dell’Epifania, quando la piazza si riempie di bambini che giocano!

  2. Che dolcezza e precisione questo post. Mi hai fatto ricordare le storie d’amore sotto l’albero dei film americani. Noi ci aggiorniamo anche quando sarau su da Lui.
    Sei sempre un’amore…baci Sa!

  3. Che bello questo racconto! Mi hai fatto pensare che quasi quasi per compleanno del mio bimbo faccio anche io qualcosa del genere!

  4. Adoro Roma durante le feste natalizie, piazza Navona in particolare, perché diventa magica. Mio padre mi ci portava tutti gli anni il giorno della Befana da quando sono nata, poi l’eccessiva calca mi ha tenuta lontana negli ultimi tempi. Solo da qualche anno ho ricominciato ad andarci tra Capodanno e il 6 gennaio, ma quest’anno vorrei andarci prima per gustarmi le bancarelle nella fase pre-natalizia. E magari trovare qualche regalino da fare: sono indietrissimo! >_<

    PS: foto incantevoli come sempre, complimenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *