Shoes I love.

Condividilo!
Facebook Twitter Email Pinterest

Si. C’è una cosa che ancora non ho svelato.

Ho una mente malata per le scarpe. 

Fino a qualche anno fa non avevo dei gusti ben definiti, ma da un paio d’anni a questa parte, piano piano, si sta facendo strada dentro di me sempre più prepotentemente questa passione del tutto celata.

Scusate le punte, ma la foto è di 5 anni fa….

Da quando ho scoperto il blog di Sara (mia omonima e concittadina), Shoeplay, mi sono resa conto che di appassionate come me ce ne sono davvero tantissime, e magari anche con i miei stessi gusti! Trovo che il suo blog sia qualcosa di assolutamente interessante per chi è affascinato dal mondo calzaturiero, dal momento che lei non solo parla dei suoi acquisti, recensendo questa o quella marca, bensì tratta anche delle tendenze stagionali, dei flop e delle scelte azzeccate degli stilisti. Ma soprattutto, da’ tantissimi consigli su come, dove e quando trovare versioni low-cost, ma non per questo di qualità scadente, di scarpe ispirate ai modelli più apprezzati delle più famose, e care, firme.

Per quanto mi riguarda, sono di gusti parecchio difficili. Una scarpa, per piacermi davvero, deve avere moltissime caratteristiche. 

Questo è ciò che cerco di evitare (la volgarità fatta piede+scarpa):

(Piede e scarpa NON sono miei)

Naturalmente il suo riuscire, o meno, a conquistarmi, varia al variare della quantità delle caratteristiche che presenta.

1) Avendo io un piedino non propriamente fine ed elegante, e neanche una caviglia sottilissima (ma neanche un tronco, intendiamoci!), deve naturalmente valorizzare ciò su cui madre natura ha lavorato poco (o affatto!).

2) Essendo io una nanetta di unmetroessessantaepocopiù, ovviamente, deve slanciarmi un bel po’.

3) Non deve mettere in risalto tutti i difetti che io duramente cerco di celare.

4) Deve farmi avere una postura neanche lontanamente traballante. Non c’è nulla di più brutto di una ragazza che non sa stare con le gambe dritte sui tacchi (specialmente quando cammina).

Io dico NO AI T-REX.

5) Deve in qualche modo parlare di me, rispecchiare la mia personalità.

6) Non deve essere omologata alle mode del periodo. Cioè: io non comprerei MAI una scarpa che posso vedere in giro all’80% dei piedi (stesso modello della stessa marca, per esempio).

Su per giù le qualità che un paio di scarpe devono avere per farmi dire: DEVONO ESSERE MIE sono queste. Naturalmente, poi, il 60% del lavoro lo fa la scarpa una volta calzata al piede. Può essere il modello più spettacolare del secolo, ma se poi sembro minonnaincariola, è un cavolo e tutt’uno. 😉

Per ora i modelli che mi causano forti sussulti ventricolari sono:

Asos

Asos

Asos

Patricia Rosales

Le Silla

Giambattista Valli

Cafè Noir

Ash

DSQUARED2

Carvela

Even&Odd

Mai Più Senza

Ed ora, un po’ dei miei sogni ad occhi aperti…..

Miu Miu – Beige e cipria, fiocchi, impunture….sono innamorata!

Louis Vuitton – Datemi punte tonde, vernice e fiocchetti e posso morire felice.

Miu Miu – Retrò…bellissime!

Zanotti – Lineari, pulite, classiche, eterne! Colore incantevole!

E voi? Quali sono le scarpe per cui fareste follie? Quel paio che, se ci pensate, ve lo vedete già ai piedi e vi immaginate piroettanti davanti ad uno specchio con ancora la scatola aperta in mano? Il vostro sogno nel cassetto fatto scarpa?

Condividilo!
Facebook Twitter Email Pinterest

6 pensieri su “Shoes I love.

  1. Le prime Asos nere, le Dsquared2 e le Even&Odd sono deliziose!
    Una scarpa per piacermi da matti deve fondamentalmente essere sprovvista di plateau (li odio!) stare sui 10cm (perchè se no non ci so camminare) e poi…e poi varie ed eventuali che cambiano da un giorno all’altro! XD Ah, se sbarluscicano è ancora meglio 😀

  2. Che bello scoprire nuove persone pazze per le scarpe come me 🙂

    Mi piacciono quasi tutte le scarpe di questo post, il mio sogno non ancora realizzato sono le spuntate Prada con tacco a fiore e le classiche peep toe McQueen con apertura a cuore, farei follie per averle!

    1. Io ci vado abbastanza cauta! Per quanto cerchi la mia personale indipendenza di gusti, se i miei acquisti non vengono approvati dalla MADREsuperiora, passo le pene dell’inferno con tutti i suoi costanti commenti ogni volta che le indosso! Quindi ogni acquisto “Importante” è sempre ben ponderato! >.<

      Il giorno che lavorerò e vivrò in una casa mia, allora potrà finalmente vigere l'anarchia più totale! Mhuahahaahahah! 😀

      Benvenuta nel mio piccolo mondo Momo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *